lunedì 15 agosto 2011

Bossi a Brunetta: «Nano, ci hai rotto i c...»


«Ho deciso di salvare i pensionati». Il ministro per le Riforme Umberto Bossi ha parlato di pensioni e manovra dal palco della festa della Lega a Ponte di Legno. E punta il dito contro il ministro Renato Brunetta: «Nano, non romperci i coglioni»

COSCIENZA - «Oggi ho avuto un problema di coscienza. Salvo i Comuni, i nostri enti locali o i pensionati? I Comuni alla fine se la cavano, possono far pagare delle tasse di scopo. Non posso mollare, devo salvare i poveracci che hanno lavorato tutta la vita e adesso magari non hanno da mangiare. Salvo i poveracci, ai Comuni ci pensiamo dopo. Mi sento la coscienza a posto, dovevo salvare i poveracci». Il leader della Lega ha poi detto di aver avuto in proposito un colloquio con il ministro Maroni: «Ci siamo sentiti e ha detto che c'è bisogno di fare una modifica alla manovra per salvare i Comuni. Questo è giusto, ma non al punto da attirare le ire della Bce che ci deve aiutare coi titoli di stato».

L'ACCUSA A BRUNETTA - A Ponte di Legno il Senatùr ha svelato un retroscena con protagonista il ministro Renato Brunetta: «Durante il Consiglio dei ministri - ha specificato - Bankitalia ha telefonato a Brunetta, volevano tagliare le pensioni». Bossi ha poi aggiunto: «Oggi è stato difficile salvare le pensioni. Però io mi sono messo di traverso». Bossi si è poi rivolto al ministro per la Pubblica amministrazione dicendo: «Nano, non romperci i coglioni».

IL «LITIGIO» CON BERLUSCONI - Sempre parlando della manovra, il leader del Carroccio ha affermato: «Col premier abbiamo litigato tutto il giorno: volevano fare andare in pensione le donne da subito all'età degli uomini. Io ho detto a Silvio "Guarda che le donne sono più importanti degli uomini"».E ha aggiunto: «Se si desse ai lavoratori il Tfr, l'economia ripartirebbe. L'economia parte dal basso».

Redazione online
15 agosto 2011

12 commenti:

LUIGI A. MORSELLO ha detto...

Detto da uno che non ha mai lavorato in vita sua ...

angie ha detto...

echecaz.. ehm, volevo dire: poffarbacco!
(Bacioni ai nipotini... e alla nonna).

chicchina ha detto...

Ma tanto questi discorsi li fa solo al suo gregge,mica in parlamento o in consiglio!Il solito bauscia,e pr il gregge va benissimo.

cristiana2011 ha detto...

Però che Brunetta sia alienato anche lui, è un fatto.
Cristiana

LUIGI A. MORSELLO ha detto...

GRAZIE!

LUIGI A. MORSELLO ha detto...

Stavolta afferma, senza essere stato smentito, di averli fatti in Consiglio dei Ministri.
Siamo ridotti proprio male.
Con questi cialtroni rozzi, maleducati e ignoranti il galateo istituzionale è scomparso.
Bossi poi ...

LUIGI A. MORSELLO ha detto...

Cristiana, come si dice, 'il meglio di loro ha la rogna'!

Francy274 ha detto...

Non è possibile... "salvare i poveracci"... "le donne sono più importanti degli uomini"... Su "il Corriere della Sera" leggevo sulla proposta di togliere le pensioni d'oro agli ex-politici, cosa impossibile perchè "non si possono proletarizzare"... Siamo in mano a rozzi betolieri che non hanno bisogno di ingoiare una stilla di alcool, sono ubriachi di loro... ubriachi di potere, e chi li osanna ha perso l'ultima briciola di materia grigia, ammesso che ne abbia mai avuta!

LUIGI A. MORSELLO ha detto...

Che significa "betolieri"?

Francy274 ha detto...

ooops .. manca una "t".. è bettolieri :)

LUIGI A. MORSELLO ha detto...

Hai visto le foto sulla sinistra del mio blog? Adesso inserisco l'intervista di Giorgio Bocca al gen. Dalla Chiesa, data durante i 100 giorni. Merita, pur a distanza di tanto tempo.

Francy274 ha detto...

Si, l'ho vista. Bella idea hai avuto, un omaggio ai veri Uomini di una Italia che poteva nutrire orgoglio prima di farseli ammazzare.